Un viaggio alla scoperta dei sapori, dei profumi e delle dolcezze della Cucina Valdostana.

 

Gli antichi menù che si possono reperire negli archivi appartenevano alla gastronomia dei ceti più alti e non rispecchiano quindi le abitudini del popolo legate agli ortaggi, al cavolo, al pane di segale e ad alcuni formaggi.

La cucina dei ricchi è sempre stata molto varia, avendo accolto elementi della gastronomia Romana, Sabauda (dall’ XI sec.), Francese e Svizzera.

Le legioni romane che s’istallarono nel territorio della Valle d’Aosta portarono le loro tradizioni alimentari legate prevalentemente alla caccia e all’uso dell’orzo nelle zuppe, e sempre a quell’epoca risale l’introduzione della coltivazione della vite.


Un viaggio alla scoperta dei sapori…
Leggi l’intero articolo su: http://blog.giallozafferano.it/lacucinadisusana/un-viaggio-alla-scoperta-dei-sapori-dei-profumi-e-delle-dolcezze-della-cucina-valdostana/


Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *